Vetro piano: mercato in netta ripresa

Assovetro (l’associazione degli industriali del vetro, facente parte di Confindustria), in collaborazione con la società di ricerca MCR, ha pubblicato un rapporto riguardante le dinamiche competitive del vetro piano in Italia nell’anno 2018. Cosa è emerso? Andiamo a vedere.

Per quanto riguarda le performance, l’analisi si è avvalsa di un campione di 150 aziende che operano nella trasformazione di vetro piano. Il risultato è una netta ripresa del mercato grazie agli incentivi fiscali. L’edilizia, ed in particolar modo il mondo degli infissi, ha assorbito il 65% delle vendite, seguito dall’arredamento; in generale nel 2018 è stato registrato un aumento del 5% del mercato, mentre si scenderebbe solo al 2% di crescita nel biennio 2019-2020. Previste domande di vetro piano pari a 541 milioni di euro nel 2019 e 556 nel 2020.

Il valore del suo mercato attualmente si assesta intorno agli 840 milioni di euro, in riferimento a clienti industriali e finali, residenti in Italia. Il contributo edilizio è di 545 milioni, arredamento 210, mentre il restante 10% (85 milioni) è da distribuirsi verso altri settori (trasporti, medicale, applicazioni industriali).

Gli indicatori Istat evidenziano quindi non solo la ripresa del settore edile, ma contemporaneamente un’inversione di tendenza dei prezzi a vantaggio di fornitori di materiali e componenti. Anche gli investimenti nel campo edilizio sono aumentati: +4,4% per quanto concerne costruzioni residenziali e +4% in quelle non residenziali rispetto al 2017.