Vetrina negozio: quale vetro scegliere per la tua attivita’

Nell’allestimento di una nuova attività la vetrina di un negozio (infisso) è un elemento spesso sottovalutato. Talvolta viene interpretato come un “semplice vetro”. Si tratta invece di una parte strutturale da non sottovalutare e da considerare in modo integrato nella progettazione dell’attività e dell’arredamento. Allora quale scegliere?

Sicuramente la parola d’ordine è sicurezza. Un vetro normale si frattura producendo frammenti di dimensioni variabili, piccoli medi o grossi con i bordi affilati e spesso con sagome a forma di punta di lancia: le più pericolose. Le soluzioni ottimali tra cui optare sono due, ecco quali:

  1. Vetro Temperato – grazie al trattamento termico di circa 700 gradi centigradi a cui viene sottoposto, è in grado, in caso di rottura, di frantumarsi in piccoli pezzettini innocui di vetro. È leggero ma resistente, composto da una singola lastra di vetro che può variare dai 4 ai 12 mm.
  2. Vetro Stratificato – questo ha al proprio interno una lamina di materiale plastico che tiene uniti i due vetri. In caso di rottura fanno una “ragnatela” ma i vetri rimangono attaccati alla lamina, come succede nel parabrezza di un’automobile. Il vetro stratificato, oltre che anti-vandalismo, è anche antiproiettile. Infatti, sono concepiti per resistere ad un determinato numero di impatti di pallottole di armi da fuoco ed esplosivi diversi

Ad esempio, il sistema Scudo dei vetri Eterma si rivela particolarmente adatto per locali con vetrate, attività commerciali e strutture ricettive. Questo sistema infatti combina 4 livelli di protezione per offrirti la massima sicurezza: anticaduta, anti-vandalismo, antieffrazione e antiproiettile. Scopri di più: https://www.eterma.it/portfolio/scudo/