Isolamento termico: quali vetri scegliere?

Oggi vi parleremo delle caratteristiche che contraddistinguono i vetri basso emissivi e i vetri selettivi.
Durante la scelta degli infissi, bisogna tenere maggiormente in considerazione la tipologia di vetrocamera da abbinare, per ottenere un perfetto isolamento acustico e termico.
Nei periodi freddi, il vetro basso-emissivo offre grandi garanzie. Questo tipo di vetro isolante, composto da due o più lastre distanziate da uno o più profili distanziatori, ha sulla sua superficie uno strato di metalli (argento o simili) sottilissimo e trasparente. Questa composizione permette di mantenere il calore all’interno dell’abitazione non permettendogli di fuoriuscire attraverso le finestre. Ciò non influisce nella trasmissione dall’esterno verso l’interno di luce e calore.
Da tenere sotto controllo è la trasmittanza termica, ovvero il flusso di calore medio che passa, per metro quadro di superficie, attraverso una struttura che delimita due ambienti con temperatura diversa.
Nei vetri basso emissivi, il coefficiente di trasmittanza termica (Ug) deve essere basso, ovvero non devono trasferire energia termica dall’interno verso l’esterno dell’ambiente.

Il vetro selettivo è un vetro basso-emissivo a controllo solare, caratterizzato da una grande trasmissione luminosa, evitando allo stesso tempo l’ingresso di grandi flussi di calore. Esso permette l’ingresso della sola luce, bloccando le radiazioni responsabili dell’incremento della temperatura. Viene utilizzato soprattutto per le camere che hanno gli infissi con esposizioni a Est, Sud e Ovest.
La sua composizione è identica a quella dei vetri basso-emissivi, con un deposito di metalli o di ossidi sulla superficie del vetro.

Se siete in cerca del vetrocamera giusto per i vostri infissi, contattateci al numero 0961 964909, o inviateci una email a info@eurovetro.it