Ecobonus 2019: cos’è e come funziona

Quando si parla di ecobonus o bonus energia, si intende la detrazione Irpef o Ires a favore dei contribuenti. Fa riferimento a tutte quelle azioni che hanno lo scopo di risanare, dal punto di vista energetico, gli edifici esistenti e viene diviso in 10 rate annuali. Questa opportunità sarà valida anche per il 2019, garantendo grandi vantaggi, per quel che riguarda gli sgravi fiscali, per coloro che intendono aderirvi, con una percentuale del 50% o del 65% per gli edifici privati, in relazione al tipo di lavoro effettuato, e dell’85% in caso di lavori tesi a migliorare il tasso il rischio sismico degli edifici. Inoltre, per interventi eseguiti su parti comuni condominiali (in cui non sono necessarie azioni tese a ridurre il rischio sismico) l’ecobonus può toccare soglie del 70/75%. Invece, per quanto riguarda le azioni che interessano l’intero involucro dell’edificio, sempre sotto il punto di vista dell’efficacia energetica, la detrazione potrà arrivare al 70%; tuttavia, se tali operazioni sono tese a voler migliorare il risparmio sul costo dell’energia sia in estate che in inverno, l’ecobonus potrà raggiungere il 75%.

Per quanto riguarda la sostituzione di finestre comprensive di infissi e di schermature solari, si prevede una sottrazione del 50%, mentre per interventi di coibentazione dell’involucro opaco si tocca una percentuale del 65%.

Tuttavia, esistono delle limitazioni, sul tetto massimo di spesa, che vengono ammesse dalla detrazione, secondo tale schema:

  • 100.000 euro in caso di azioni di riqualificazione energetica;
  • 60.000 euro per operazioni sull’involucro dell’edificio;
  • 30.000 euro nel caso in cui si voglia sostituire gli impianti di climatizzazione invernale, come pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia;
  • 60.000 euro nel caso di applicazione di pannelli solari al fine di produrre di acqua calda per le abitazioni, per le industrie, per le strutture sportive, per le case di ricovero e di cura, per gli istituti scolastici e le università.

Queste soglie, inoltre, verranno calcolate in base ai metri quadrati dell’edificio o dei kW. Infatti, per esempio, per quanto riguarda gli infissi, la detrazione del 50% sarà applicata fino ad un limite di 350 euro per ogni metro quadrato, mentre per le schermature solari entro una soglia di 180 euro per metro quadrato.

 

DA VETRAI ITALIANI

Eterma nasce dall'esperienza di Eurovetro, una delle più grandi vetrerie italiane. Da 30 anni, Eurovetro è un punto di riferimento in campo vetraio per ricerca, innovazione e qualità dei prodotti.


Scopri di più
Eterma è un marchio di Eurovetro srl
  • Via Carroccello 16 - 88050 Sellia Marina (CZ)
  • +39 0961 964909